(Rebloggato da coleichepassainosservata)
(Rebloggato da floralls)
(Rebloggato da come-farfallee)

Sei ancora il mio sole.

Vesti la giubba, e la faccia infarina. La gente paga e rider vuole qua. E se Arlecchin t’invola Colombina, ridi, Pagliaccio, e ognun applaudir?! Tramuta in lazzi lo spasmo ed il pianto, in una smorfia il singhiozzo e’l dolor — Ah! Ridi, Pagliaccio, sul tuo amore infranto. Ridi del duol che t’avvelena il cor.
"Pagliacci" - Ruggero Leoncavallo

Ieri sera ho avuto di nuovo dei falsi, assurdi ricordi che mi mandano in panico.

Meno di mezzo toast

Oggi siamo andati per negozi e, ad un certo punto, abbiamo fatto sosta in un bar. Mio figlio ha ordinato un toast, ma, siccome non è riuscito a finirlo, mia moglie voleva portarsi a casa la parte avanzata. È una cosa che mi mette in imbarazzo, e le ho detto di non farlo. Sono mesi che vivo coi nervi a fior di pelle, e sa, vede, quanto sono suscettibile ed irritabile. Ma il toast se lo è messo in borsa! Quel mezzo toast valeva la mia incazzatura.

A proposito di etero …

… vengo a sapere che è talmente etero da avere avuto un’amante, oltre che una moglie. E poi parlano di valori cristiani.

Avrei bisogno di bere …

(Rebloggato da come-farfallee)